Se vi trovate in Alto Adige per respirare la magia del Natale, passeggiando per i mercatini di Bolzano, Merano, Vipiteno, Bressanone e Brunico, cogliete l'occasione per salire sul panoramico altopiano del Renon, dove va in scena un particolare mercatino di Natale: il Trenatale del Renon.

I mercatini di Collalbo e Soprabolzano

Gli antichi vagoni dismessi del trenino del Renon, che percorre l'altopiano giungendo fino ai piedi del Corno del Renon, si vestono a festa nel periodo dell'Avvento e si trasformano in piccoli negozietti di specialità natalizie colorando ed illuminando le piazzette di Soprabolzano e Collalbo, due incantevoli paesini dell'altopiano, che godono di panorama mozzafiato sulle montagne altoatesine attorno e sulla vallata sottostante. Le due località che ospitano questo particolare mercatino di Natale sono collegate dal Trenatale, ovvero dallo storico trenino, ogni mezz'ora. I due mercatini del Renon verranno inaugurati sabato 26 novembre con un'apertura scenografica che coinvolgerà bande locali con corni da caccia, balli tipici e tanto buon cibo alto atesino e rimarranno aperti fino al 30 dicembre, offrendo specialità gastronomiche, prodotti di artigianato locale e spettacoli folkloristici, concerti e racconti natalizi e molto altro.

L'altopiano del Renon

L'altopiano del Renon, uno dei più estesi dell'Alto Adige, è facilmente raggiungibile in macchina, da Bolzano Nord, oppure con la comoda e velocissima funivia che collega Bolzano a Soprabolzano. Questa è in funzione dalle ore 6:30 alle ore 22:45 nei giorni feriali, e dalle ore 7:10 alle ore 22:45 nei giorni festivi e in solo dodici minuti collega il capoluogo con il Renon; questo moderno impianto è sempre in funzione e ogni quattro minuti è disponibile una cabina con vetrate panoramiche che percorre il tragitto di 4,6 km con un dislivello di 950 metri. Il trenino del Renon fu inaugurato nel 1907 e, originalmente, collega proprio il centro storico della città con le montagne che la sovrastano, nel 1966 la parte di cremagliera che si inerpicava sull'altopiano fu abbandonata e sostituita da una funivia teleferica, rinnovata poi nel 2009 con l'attuale velocissima funivia panoramica del Renon, un ottimo modo per raggiungere questo splendido altopiano e vivere la montagna a 360°.

Le piramidi di terra del Renon

Sull'altopiano del Renon si trovano anche le rare formazioni geologiche delle piramidi di terra, le più alte d’Europa. Questi giganti di terra scavata dall'azione dell'acqua si trovano in due luoghi: nella valletta di Rio Rivellone nei pressi di Soprabolzano e nella valletta di Rio Gasterer a Auna di Sotto. I pinnacoli sono formati da coni di materiale morenico su cui poggia un grande masso, chiamato cappello, che protegge la struttura argillosa sottostante dall'erosione. Le piramidi di terra si sono create presumibilmente 25.000 anni fa e hanno origine da accumuli di argilla morenica depositati dall'antico ghiacciaio della Val Isarco e da altri ghiacciai locali.