Vacanze in Lazio


Pensando al Lazio, si pensa immediatamente a Roma, la città eterna, la capitale di tanti imperi, il simbolo dell'Italia nel mondo. Il Lazio è una regione ricca di bellissime città dal grande valore archeologico, di spiagge sabbiose, di dolci colline e di fonti termali.


Cosa vedere - vacanze in Lazio

Roma

La città eterna, la città della Dolce Vita, del Colosseo e dei Fori, del Tevere, di Città del Vaticano, la città dei colli, dei bellissimi parchi cittadini, delle fontane e delle maestose piazze. Che dire, Roma è fonte inesauribile di bellezze da visitare e da scoprire. Non basta una visita solo alla città, a Roma si torna e si ritorna, non ci si stufa mai, perché ha talmente tanto da offrire e da visitare che ogni volta si può visitare qualcosa di nuovo. Si può visitare la Roma degli antichi Romani con il Colosseo, i Fori Imperiali, le Terme di Caracalla, l'Arco di Costantino e tanto altro; o scegliere di visitare il centro storico con la barocca Piazza Navona, Piazza di Spagna con la famosa scalinata e la fontana della Barcaccia, la famosa Fontana di Trevi del Bernini, il Pantheon e via dei Condotti, la famosissima via dello shopping firmato. Altre bellezze sono racchiuse nella Città del Vaticano con l'imponente Basilica di San Pietro con la splendida cupola, i Musei Vaticano con il gioiello della Cappella Sistina e l'immensa Piazza San Pietro con il colonnato animato da statue e bassorilievi, una delle piazze più belle e più grandi del mondo. Roma è anche la città dei grandi palazzi governativi, dei monumenti storici e delle magnifiche chiese come l'altare della patria, San Giovanni in Laterano, la chiesa di Trinità dei Monti e dei grandi parchi come quello che ospita il giardino botanico di Villa Borghese. La città si presenta con una geografia molto varia: 7 colli su cui si sono sviluppa la città, in un sali scendi di vie, chiese, palazzi, ville e parchi. Dall'alto dei colli si gode di una spettacolare vista su questa immensa città, ormai una metropoli che custodisce bellezze secolari e sa regalare ogni volta una grande emozione. Decisamente una delle città più belle e simboliche del mondo.

Ostia Antica

A pochi chilometri da Roma, spostandosi verso la costa, si trova la città di Ostia Antica, l'antico porto di Roma, un sito archeologico importantissimo, testimonianza della grande cultura e capacità architettonica degli Antichi Romani. Diversi percorsi si snodano all'interno di questo vastissimo polo archeologico alla foce del Tevere. Gli scavi hanno riportato alla luce un'intera città portuale con il foro, centro della vita politica, commerciale e religiosa degli Antichi Romani, le immancabili Terme, il mercato e il porto fluviale. La città moderna di Ostia è famosa per i bei lidi attrezzati affacciati sul Tirreno, molto frequentati dai romani in fuga dalla città.

Sperlonga

Il borgo marinaro di Sperlonga, sul litorale laziale a metà strada tra Roma e Napoli, è arroccato in cima ad uno sperone roccioso, battuto dalle acque del mare. Su questo sperone sono state costruite bianche casette in calce, archi, scalette e viuzze che salgono sulla roccia e discendono fino al mare. Si tratta di un antico borgo medievale costruito su un'altura poco accessibile per difendersi da predoni del mare e incursioni da terra.

Isola di Ponza

La rocciosa isola di Ponza, poco a largo del litorale laziale nella provincia di Latina, è una splendida isoletta mediterranea con coste frastagliate alternate a piccole baie, un'oasi di pace e di tranquillità raggiungibile dal litorale laziale (Anzio) o campano. Quest'isola vi stupirà con i suoi paesaggi selvaggi e i colorati villaggi di pescatori a picco sul mare.

Parco del Circeo

Il Parco Naturale del Circeo comprende una vasta zona costiera in provincia di Latina e presenta paesaggi molto diversi e vari: un promontorio di oltre 500 me di altezza che si eleva sopra la costa, una piccola isola, oltre 20 chilometri di dune sabbiose che si affacciano sul mar Tirreno, quattro laghi costieri e altre zone umide, oltre 3000 ettari di foresta, detta La Selva, abitata da centinaia di specie animali e vegetali, i centri storici di Sabaudia e San Felice, il sito archeologico della Villa di Domiziano e il borgo di Fogliano. Un connubio fra natura incontaminata e cittadine d'arte e siti archeologici tutti da scoprire e da ammirare in ogni stagione con paesaggi da cartolina fra terra e mare.

Lago di Bracciano

Bellissimo lago della campagna laziale, di origine vulcanica, sulle cui rive sorgono splendide ville signorili e castelli medievali sui cui si affacciano tre bei comuni: Bracciano, Anguillara Sabazia e Trevignano Romano. Il lungolago comodamente pedonale è un luogo incantevole per fare un buona passeggiata e lungo la strada vi sono molti punti dove prendere un tè o uno snack e molti ristoranti rinomati per la loro cucina, specializzata sul pesce lacustre. Le spiagge sono ampie e sabbiose, in alcuni punti anche attrezzate e dog friendly, le acque del Lago di Bracciano sono molto pulite e balneabili. La zona è molto romantica e offre paesaggi poetici con castelli medievali, borghi con vista lago e chiesette da sogno. Il paesaggio è dominato dal Castello Odescalchi, o Castello di Bracciano, che da una piccola altura sovrasta le acque del lago e le campagne attorno, con le sue massicce torri rotonde ricoperte d'edera ed illuminate la notte offre uno spettacolo fiabesco.

Abbazia di Montecassino

L'imponente Abbazia benedettina di Montecassino domani la piana sottostante in tutto il suo splendore. Questa Abbazia, sita in posizione strategica fu completamente rasa al suolo dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale nella famosa battaglia di Montecassino del 1944 fra Alleati e Tedeschi. Quella che ora domina il colle da un'altezza di circa 500 metri è una fedele e attenta ricostruzione della storica abbazia benedettina, dove i monaci amanuensi praticavano e ancora praticano l'arte del “Ora et Labora et Lege", predicata da San Benedetto da Norcia. Ogni giorno migliaia di pellegrini e visitatori da tutto il mondo visitano questo luogo magico, attraversano silenziosamente i chiostri e poi salgono la grande scalinata che porta alla Basilica, alla tomba di San Benedetto e Santa Scolastica. E' possibile inoltre visitare la cripta con gli stupendi mosaici dorati e il museo che custodisce magnifici quadri, meravigliosi manoscritti e libri antichi.

Civita di Bagnoregio

Detta anche “la città che muore”, questo borgo quasi disabitato sorge su un colle di tufo, in uno scenario magico e quasi irreale. Appare dalla foschia che sale dai boschi attorno, poi scompare nelle nebbie. Il colle su cui sorge sta lentamente franando ed è eroso da due torrenti che ne scavano le basi, da qui la triste definizione della “città che muore” perché questo sarà il destino di questo piccolo borgo medievale a cui si accede attraverso la bella Porta Albana e dove si può visitare il Belvedere, punto panoramico che permette di ammirare la zona dei calanchi argillosi e dei boschi che circondano questo paese, che si sta lentamente ed inesorabilmente sgretolando.