L’Emilia Romagna oltre ad essere terra di vacanze mondane lungo la sua costa festaiola, grandi città d’arte ricche di storia e cultura, come il capoluogo Bologna, ma anche Ferrara, Modena, Parma e molte altre, e grandi aree naturali da percorrere a piedi o in bici, è anche ricca di centri termali sparsi su tutto il suo territorio.

Sono tantissime le sorgenti d’acqua termale che sgorgano dal sottosuolo dell’Emilia Romagna, ben 23 centri termali in 19 località. Centri in cui ci si può rilassare, rimettere in forma e trovare una cura per molte patologie. Approfittate allora di una vacanza alle terme in Emilia Romagna per ritrovare il benessere in un ambiente sano e immerso nella natura.

Personale medico qualificato saprà consigliarvi i trattamenti più adeguati alla vostra situazione clinica in convenzione con il Sistema Sanitario Nazionale. I benefici infatti delle acque termali sono riconosciuti dal Ministero della Sanità italiano, per cui vi si può accedere con l’impegnativa del proprio medico di base.

Quali sono le cure che si possono effettuare nelle terme dell’Emilia Romagna?

Fanghi terapeutici

Bagni e fanghi terapeutici

Iniziamo dal più classico dei trattamenti: l’idroterapia. Il semplice bagno in acqua termale aiuta a purificare, lenire e cicatrizzare la pelle. È particolarmente indicato quindi per chi soffre di dermatiti, psoriasi, eczemi ed acne. Il bagno abbinato all’idromassaggio aiuta poi a riattivare la circolazione e il riassorbimento di edemi negli arti inferiori.

Il fango, che viene fatto maturare a lungo nell’acqua termale, viene applicato sulla parte da trattare, rilasciando calore ed ovviamente i principi curativi dell’acqua. È quindi un’ottima combinazione per la cura di problemi reumatici ed artrosici, discopatie, ernie e fibrositi.

Cure inalatorie

Cure inalatorie

Un altro grande classico sono i vapori e le sublimazioni, che consistono nella diffusione di piccole particelle di acqua termale nell’aria. Attraverso apparecchiature apposite, si respira quest’aria apportando benefici a tutto l’apparato respiratorio. Le inalazioni coadiuvano inoltre le difese immunitarie e combattono le malattie da raffreddamento.

Non tutti sanno che le cure inalatorie non sono adatte solamente all’apparato respiratorio, ma anche a quello uditivo. Alcune malattie come il raffreddore o l’otite diminuiscono la capacità uditiva, attraverso insuflazioni effettuate direttamente nell’orecchio si aiuta il ripristino delle normali funzioni.

Cura idropinica

Depurazioni

L’acqua termale viene utilizzata naturalmente anche da bere. Una volta ingerita essa aiuta a ripristinare le normali funzioni dell’apparato gastroenterico, di quello urinario e del fegato.

Coliti, dispepsie, sindromi dell’intestino irritabile e stipsi, vengono curate anche attraverso docce intestinali, che ripristinano le normali funzioni dell’intestino.

Un valido aiuto per la donna sono le irrigazioni vaginali, utilizzate per contrastare infiammazioni e sterilità, favorendo il ripristino del ph e della flora batterica.

Antroterapia

Antroterapia

Molto interessante è sicuramente l’antroterapia. Antro deriva dal termine latino che significa grotta, ed è proprio nelle grotte da cui sgorga l’acqua termale che si crea un microclima caldo e umido adatto per la cura di numerose patologie. La temperatura elevata di questi luoghi permette la sudorazione e quindi l’eliminazione di scorie e il rilassamento muscolare. Favorisce inoltre l’attività respiratoria e l’idratazione della pelle. È utile anche nella cura di patologie legate all’apparato osteoarticolare come artrite, artrosi, reumatismi, lombalgia, discopatia e moltissime altre.

Offerte vacanze alle terme dell’Emilia Romagna

Quali sono le migliori località termali dell’Emilia Romagna? Nella nostra sezione dedicata alle terme troverete strutture eccellenti a prezzi vantaggiosi per il vostro soggiorno benessere in Emilia Romagna. >>Scopritele subito!