Esiste un tratto di costa tirrenica che pare disegnato, con eleganti e colorati paesini di mare aggrappati alle rocce a picco sulle acque blu profondo del mare. Positano, Amalfi, Ravello e Vietri sul Mare, quattro meraviglie della costiera amalfitana, patrimonio mondiale dell'Unesco, luogo dai panorami unici e indimenticabili, dal profumo di limone, peperoncino e rossi pomodori maturi, dai colori vivace e luminosi del mare e della natura.

L'uomo e il territorio della Costeria Amalfitana

La costiera amalfitana è un breve tratto di costa campana dalla bellezza spiazzante, disarmante: qui la caparbietà dell'uomo e la sua capacità di abitare e coltivare il territorio, per impervio e difficoltoso che sia, si sposa con la naturale bellezza ed armonia di una costa selvaggia e rocciosa, dove la macchia mediterranea si estende fino all'acqua del mare, le onde del mare limpido e profondo si infrangono sulle scogliere e sulle piccole baie di ciottoli e sabbia. Un vero spettacolo messo in scena dall'uomo su uno sfondo naturale incredibile.

Le eleganti località costiere di Vietri sul Mare, Positano, Ravello e l'antica repubblica marinara di Amalfi sono esempio della perfetta e difficile convivenza fra uomo, natura e territorio.

Casette variopinte, ricchi palazzi e ville signorili, piazzette panoramiche, giardini botanici e limonaie sembrano aggrappati a queste ripide coste, quasi a sfidare la forza della gravità e della natura. Pare impossibile che questi splendidi borghi possano stare dove sono, che nascondano centri vivaci e un dedalo di vicoli e scalette. Giungendo dal mare si gode di uno spettacolo quasi inverosimile, di certo incredibile: borghi marinari stupendi costruiti in locations che sembrano inaccessibili, sorge quasi spontanea la domanda: ma come hanno fatto a costruirli? Come fanno a stare lì? Eppure queste meravigliose borgate a strapiombo sul mare sono un vanto per l'Italia, rappresentano un paesaggio incantato ritratto da fotografi, artisti e cantato da poeti e scrittori. Un paesaggio affascinante e poetico.

Le meraviglie della Costiera Amalfitana

Amalfi

L'antica repubblica marina di Amalfi è uno dei borghi italiani più famosi al mondo, il centro principale della Costiera. La cittadina si sviluppa in dedalo di splendidi vicoli, palazzi variopinti, torrette panoramiche, antiche chiesette e cappelle nascoste, terrazze fiorite vista mare e piazzette vivaci. Assolutamente da visitare il Duomo di Sant’Andrea, che dall’alto dei suoi 63 metri svetta sulla piazza centrale e attorno a cui si diramano le allegre vie del paese con botteghe artigiane, mercati di frutta e verdura fresche, angoli colorati e profumati di mare e di macchia mediterranea. Nella zona di Amalfi si trovano tante piccole spiaggette dove distendersi al sole e riposare, ovviamente non potete aspettarvi larghe e comode spiagge sabbiose, ma piccole baie, stretti lembi di sabbia ciottolosa, scogli a picco sul mare. La spiaggia principale è quella di Marina Grande, direttamente in paese, comodamente raggiungibile e spesso affollata, altre spiagge distano pochi chilometri dal centro di Amalfi e sono raggiungibili a piedi, con i mezzi pubblici o via mare grazie a piccoli battelli che offrono servizio per le spiagge. Avete voglia di fare un po' di moto? A circa un chilometro dal centro di Amalfi si trova la scenografica spiaggia del Duoglio, raggiungibile attraverso una lunga e ripida scalinata con più di 400 gradini! Un po' di fatica a scendere, di più a risalire ma il bagno nelle acque più pulite e limpide della Costiera è assicurato. Altro piccolo paradiso è la spiaggetta di Atrani, il borgo più piccolo d'Italia, una piccola spiaggia di sabbia divisa dalla foce del fiume, protetta dalla parete rocciosa alle spalle del piccolissimo paese di pescatori.

Positano

Un paese colorato che si sviluppa in verticale, dal mare la sua forma ricorda quella di un ventaglio variopinto con il verde dei Monti Lattari e il blu del mar Tirreno che racchiudono i colir pastello della case e delle ville che compongono questa magnifica cittadina di mare. Attirerà subito la vostra attenzione la preziosa cupola di maioliche dorate e color smeraldo della Collegiata di Santa Maria Assunta. La posizione di Positano l'ha resa nel corso dei secoli facile preda dei nemici, dai pisani agli ottomani, e anche la natura con la sua forza ha danneggiato questo borgo distruggendolo con un maremoto nel 1343. Fu ricostruita, ma rimase solo un piccolo e povero paese di marinai, fino a quando le sue bellezze abbandonate e trascurate e la sua posizione unica non furono scoperte, apprezzate e ristrutturate da intellettuali italiani ed internazionali che trovarono rifugio ed inspirazione a Positano, sotto i pergolati profumati, fra i vicoli stretti e le scalinate ripide; dall'artista Escher all'autore americano Steinbeck, i pittori Picasso a Klee, da Zeffirelli a Liz Taylor tutti apprezzarono la dolcezza del clima della Costiera Amalfitana e l'arcaica bellezza del paesaggio di Positano e dei suoi dintorni, diventando prigionieri volontari in uno scenario mitologico, come amavano definirsi. Positano è cambiata nel corso degli anni ed ora le sue vie sono ricche di botteghe artigiane e anche di negozi lussuosi e molto fashion. La moda qui è di casa e si sposa con i prodotti locali come i limoni, i cedri e i piccanti peperoncini in un tripudio di colori e di profumi.

Anche a Positano troverete piacevoli spiagge, la principale è quella di Marina Grande, molto frequentata e vivace, di circa 300 metri, con stabilimenti balneari, ristoranti e locali allegri e cosmopoliti. Su questa spiaggia ci si sdraia volentieri a piedi nudi dopo una giornata trascorsa a salir e scendere le viuzze del centro di Positano. Da questa spiaggetta partono i servizi navetta che fanno spola fra le altre calette di Positano. Da non perdere la spiaggia di Fornillo, raggiungibile attraverso una romantica passeggiata scavata nella roccia a strapiombo sul mare, una piccola baia riparata, silenziosa e tranquilla. Anche qui non può mancare la spiaggia raggiungibile tramite una ripida scaletta: 300 scalini conducono alla spiaggia di Arienzo, appena fuori Positano, e si snodano sul crinale ripido punteggiato da bellissime ville e giardini pensili. Un grande vantaggio di questa spiaggia: l'esposizione al sole, qui scende molto più tardi e potrete attardarvi sulla spiaggia e rimandare ancora di un po' la faticosa risalita!